Come ottenere solo recensioni positive su Google, Facebook (e non solo)

Vuoi migliorare le tue vendite online? Ecco alcuni consigli su come ottenere recensioni positive su Google, Facebook e altre piattaforme

Una tra le questioni che le aziende con una buona presenza online si trovano ad affrontare sempre più spesso è come ottenere recensioni positive sulle principali piattaforme social, ma anche Google, TripAdvisor e non solo.

Ad oggi c’è poco da fare: avere dei buoni feedback da parte degli utenti che già hanno effettuato l’acquisto di un dato prodotto o servizio attira maggiormente i potenziali clienti.

Da uno studio condotto da Capterra Italia è emerso che:

  • il 90% dei consumatori italiani legge recensioni online prima di effettuare un acquisto, contro una media europea che si attesta al 62%;
  • il 64% degli intervistati si fida delle opinioni degli altri clienti.

Dallo stesso sondaggio si evidenzia anche che i settori che maggiormente subiscono l’influenza delle recensioni positive come leva di acquisto sono:

  • viaggi e hotel;
  • elettronica;
  • software;
  • cibo e ristoranti;
  • servizi professionali;
  • attrezzatura e mobili per la casa;
  • cultura e divertimento;
  • bellezza e abbigliamento.

recensioni positive come leva di acquisto

 

Fonte: dcommerce.it

Tutti i vantaggi delle recensioni online

Alla luce di questi dati è quindi chiaro che aumentare le recensioni online è un’ottima strategia per creare un senso di fiducia nel potenziale cliente.

In realtà non è solo questo. I feedback positivi portano anche ad altri concreti vantaggi:

  • offrono all’azienda un’immagine di professionalità e serietà;
  • aumentano il tasso di conversione, dato che un utente si sentirà maggiormente attirato verso un prodotto / servizio recensito in modo ottimo;
  • migliorano la Local SEO, consentendo al tuo business di essere facilmente individuato su Google attraverso le schede locali MyBusiness.

Ecco perché di seguito vedremo insieme come aumentare le recensioni positive online e migliorare così le vendite della tua azienda.

Come avere recensioni sul web da parte dei propri clienti

Aumentare le recensioni su Google, ma anche Facebook o altre piattaforme utilizzate dai consumatori, quali TripAdvisor o siti Web specializzati, non è poi così difficile come potrebbe sembrare in apparenza.

Di seguito ti elencheremo alcune strategie di grande successo.

Fornisci un incentivo

In linea di massima, sul Web, gli utenti si sentono più motivati a condividere le esperienze negative che non quelle positive.

Pensaci un attimo. Da utente, quante volte ti è capitato di avere una pessima esperienza in un ristorante e, appena rientrato a casa, ti sei messo di guzzo buono a scrivere su Google, Facebook o TripAdvisor tutto ciò che non ha soddisfatto le tue aspettative?

Al contrario, invece, quante volte hai lasciato un’opinione positiva sincera dopo aver usufruito di un servizio o provato un prodotto?

Questo è il classico ragionamento che fa l’utente. Se lascia una recensione negativa è per sottolineare l’esperienza pessima, mentre non scrivere nulla equivale ad un feedback positivo.

Bene, ma da azienda non possiamo permetterci di lasciar scivolare via delle recensioni positive. Quindi, una strategia per invogliare gli utenti a scrivere un’opinione sull’esperienza avuta con un nostro prodotto o servizio è quella di dar loro un piccolo incentivo.

Per esempio, puoi pensare di fornire un codice sconto o un coupon che l’utente possa utilizzare per un acquisto successivo. Uno stratagemma che ben risponderà alla tua esigenza di aumentare le recensioni online e che farà sicuramente contenti i tuoi clienti.

Chiedi in modo proattivo l’opinione dei tuoi clienti

Vuoi sapere come ottenere recensioni positive ai tuoi clienti dopo aver acquistato un tuo prodotto? In effetti, il modo più efficace è quello di chiedere in modo proattivo.

Ad esempio, se hai un negozio online puoi pensare di inviare una e-mail automatica dopo pochi giorni dall’acquisto per chiedere un feedback sincero. Il consiglio è quello di semplificare il processo, inserendo un button con link di rimando alla piattaforma da te utilizzata per le recensioni (es. pagina Facebook, scheda Google MyBusiness e così via dicendo).

Se invece operi nel mercato B2B, puoi invitare il tuo account manager ad incoraggiare i clienti al rilascio di una recensione dopo aver risolto loro un problema.

Semplificare è la parola chiave

Un cliente che ti lascia una recensione positiva online ti sta rendendo un enorme servizio, quindi semplifica il processo affinché si senta invogliato.

Un modo per semplificare il rilascio di un feedback è quello di fornire ai tuoi consumatori tutti gli strumenti per farlo. Per esempio, puoi pensare di attivare le recensioni su tutti i canali web presidiati dalla tua azienda e non solo su Facebook o su Google.

Inoltre, poni domande specifiche all’interno della tua e-mail di richiesta di review. Per esempio, puoi chiedere:

  • Cosa hai apprezzato di più del nostro prodotto / servizio?
  • Qual è il più grande vantaggio / risultato che hai ottenuto affidandoti a noi?
  • Come hai utilizzato il nostro prodotto / servizio?
  • Ci raccomanderesti ad amici e conoscenti?

Insomma, la strategia è quella di “imboccare” i tuoi consumatori, anche aiutandoli nel processo di scrittura della recensione.

Il rovescio della medaglia delle recensioni online

Fino ad ora abbiamo visto come aumentare le recensioni online, ma è chiaro che implementando strategie di questo tipo dobbiamo essere anche preparati ad affrontare e gestire i feedback di clienti che magari non hanno vissuto un’esperienza positiva.

Le recensioni online, siano esse positive o negative, restano sulla piattaforma utilizzata dall’utente. Per un’azienda è impossibile eliminarle, a meno che non sia dimostrato che si tratta di opinioni fake.

Alla luce di questo è importante saper rispondere anche a coloro che non sono rimasti soddisfatti del nostro prodotto o servizio e, generalmente, il metodo da applicare in queste situazioni prende il nome di HEARD:

  • Hear, ascoltare – lascia che il consumatore racconti la sua versione della storia;
  • Emphatize, empatizzare – fai comprendere al tuo cliente che capisci perfettamente la situazione, empatizzando con il suo sentimento;
  • Apologize, scusarsi – mostrati dispiaciuto nei confronti di coloro che hanno avuto una brutta esperienza con la tua azienda e, laddove necessario, scusati con loro;
  • Resolve, risolvere – sii proattivo e cerca di risolvere la situazione. Per esempio, se il consumatore ha ricevuto il prodotto rotto puoi pensare di inviarne uno nuovo in sostituzione;
  • Diagnose, analizzare – cerca ora di capire perché la problematica è avvenuta, senza colpevolizzare nessuno. In questo modo potrai evitare che l’errore accada anche in futuro.

Ad ogni modo, per quanto il metodo HEARD sia funzionale per rispondere alle recensioni negative, questi sono feedback che possono macchiare la reputazione online. A volte perfino irrimediabilmente.

Ecco perché ora ti sveleremo come ottenere recensioni positive eliminando completamente il rischio di feedback poco piacevoli.

Come ottenere recensioni positive e dire addio alle opinioni negative su Google e / o Facebook

E se ti dicessimo che gli applicativi conversazionali sono esattamente ciò che ti serve per ottenere solo recensioni positive?

Gli applicativi conversazionali, a volte chiamati anche più “volgarmente” chatbot, sono esattamente la risposta alla domanda che affligge la maggior parte delle aziende oggi: come ottenere recensioni positive sulle principali piattaforme, azzerando (o quasi) il rischio di feedback negativi.

Grazie al marketing conversazionale, il tuo cliente potrà dialogare direttamente con un applicativo che raccoglierà un feedback sincero sulla propria esperienza con i prodotti acquistati.

come ottenere recensioni positive

L’assistente virtuale guiderà il tuo cliente attraverso un breve sondaggio relativo al prodotto e all’esperienza in generale. Il consumatore esprimerà il suo grado di soddisfazione su una scala numerica.

sondaggio di soddisfazione

Se l’esperienza risulterà positiva, l’applicativo rimanderà alla piattaforma di recensione preferita dall’azienda. Al contrario, se il cliente non è completamente soddisfatto dell’acquisto, potrà dialogare direttamente con il customer care per esprimere il proprio malcontento.

aumentare le recensioni su Facebook

Grazie a Tino, l’applicativo conversazionale sviluppato da noi di Conversational Design, l’azienda Soap ha ottenuto +236 recensioni a 5 stelle in 8 mesi, il tutto completamente in automatico.

Ricevi subito il caso studio Soap su WhatsApp

In conclusione

Per un’azienda, disporre di un buon numero di recensioni positive è un’ottima strategia per aumentare le vendite di prodotti e servizi, oltre che di migliorare la brand reputation.

Inoltre, i feedback dei clienti consentono ad un potenziale acquirente di immedesimarsi nei panni di chi già ha avuto un’esperienza positiva, fungendo da importantissima leva nel processo di acquisto.


Fai anche tu come i nostri clienti soddifatti e scopri subito come ottenere recensioni positive per la tua azienda grazie agli applicativi conversazionali di Conversational Design

Conversational Marketing

manifesto

È davvero possibile per una PMI migliorare radicalmente i processi di marketing attraverso evoluti applicativi conversazionali? Finalmente Sì.

Proprio come le grandi aziende anche le PMI italiane possono aumentare la loro revenue e ridurre i loro costi grazie a evoluti chatbot che lavorano h24 / 7su7.

Non fermarti qui

Scopri tutto sulle strategie conversazionali

brand reputation
blog
Mattia Gnemmi

Come fare brand reputation e abbattare i costi di lead generation

Che cosa significa brand reputation e alcune idee e strategie per migliorarla Che cosa significa brand reputation Come fare brand reputation: gli elementi imprescindibili La brand reputation in pillole Fino a non molto tempo fa, il patrimonio più prezioso per un’organizzazione aziendale erano le sue attrezzature di produzione. Sulla base di questo obsoleto concetto, molte

Leggi Tutto »
lead generation chatbot
blog
Mattia Gnemmi

Come e perché lanciare una campagna di lead generation con i chatbot

Tutto sulla lead generation con i chatbot, applicativi conversazionali evoluti che ti aiuteranno a massimizzare i risultati Cosa sono gli zero-party data Lead generation: cos’è Come fare lead generation Lead generation chatbot: significato Come utilizzare gli applicativi conversazionali nella generazione di lead Entro la fine del 2023, anche Google Chrome entrerà ufficialmente a far parte

Leggi Tutto »
user experience ecommerce
blog
Mattia Gnemmi

Tre consigli per migliorare la user experience del tuo ecommerce

Dai configuratori di prodotto online alle chat multiagent: i nostri consigli per migliorare la UX di uno shop online Che cos’è la user experience ecommerce In che modo la UX ha impatto sulle conversioni Tre consigli per migliorare la user experience del tuo shop online La chiave per il successo di un qualsiasi ecommerce è

Leggi Tutto »